AL MUSEO DELLA SCALA

In giugno per le famiglie un'opportunità gratuita da non perdere!

Domenica 14, domenica 21 e sabato 27 giugno 2015 la storica Compagnia marionettistica Carlo Colla & Figli assieme all'Associazione Lilopera propone 8 percorsi didattici gratuiti "museOpera" al Museo Teatrale alla Scala di Milano (durata: circa 1 ora e mezza ciascuno).

I visitatori saranno guidati alla visita del Museo e alla mostra temporanea "Turandot alla Scala", potranno affacciarsi da un palchetto per ammirare la sala del teatro e saranno introdotti all'approfondimento dell'opera Turandot con l'ausilio di materiale didattico multimediale. L'iniziativa è parte del progetto "Turandot per sempre - L’Opera fra tradizione e innovazione per il pubblico del futuro" ideato dalla Compagnia Carlo Colla e Figli e da Lilopera, e realizzato grazie al contributo del bando "Innovacultura" di Regione Lombardia, Camere di commercio lombarde e Fondazione Cariplo.
 
La scelta di Turandot non è certo casuale: oltre ad essere stato il titolo con cui il Teatro alla Scala ha inaugurato sei mesi di eventi speciali legati ad Expo 2015, l'opera sarà messa in scena dalla Compagnia marionettistica Carlo Colla e figli al Piccolo Teatro di Milano, dal 26 giugno al 19 luglio. Grandi e piccini potranno così ammirare l'arte della storica compagnia milanese nata nel 1861, che con i suoi laboratori artigianali produce spettacoli marionettistici che vengono rappresentati in tutto il mondo, con un repertorio che attinge all’eccellenza dell’opera lirica e del teatro musicale.
 
Per info, calendario e prenotazione dei percorsi gratuiti al Museo clicca qui

VIVA VERDI!

Fulvio Wetzl, regista del documentario Aida delle Marionette, e i tre giovani autori del film Atelier Colla, Pietro De Tilla, Elvio Manuzzi e Guglielmo Trupia, incontreranno il pubblico di Milano venerdì 13 dicembre in occasione della pubblicazione dei due titoli nella prestigiosa raccolta Dvd, Carlo Colla & Figli - Viaggio tra poesia e mestiere di una compagnia marionettistica in due film, edita da CG Home Video per POPOLI doc, la collana dedicata al cinema documentario curata insieme al Festival dei Popoli.

L’edizione Dvd, realizzata grazie alla collaborazione dell’Associazione Grupporiani, sarà accompagnata all’interno dal booklet "Uno sguardo dal ponte" contenente foto e testi originali di Eugenio Monti Colla e di Maurizio Porro (che saranno presenti il 13 dicembre).

La presentazione del Dvd è inserita nella serie di incontri “I Venerdì all’Atelier”
il 13 dicembre la serata sarà così strutturata:
ore 19.00 Tavola rotonda “Carlo Colla & Figli e Giuseppe Verdi”,
ore 20.30 Giancarlo Zappoli, direttore di MYmovies.it, introdurrà al pubblico i registi,
seguirà la proiezione di “Aida delle marionette”

L’incontro si svolgerà presso la sede della Compagnia in Via Montegani 35/1 a Milano.

Ingresso Libero

La bella addormentata... in Boston!

"La Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli di Milano vanta oltre due secoli di presenza in campo teatrale, ed è, sicuramente, una delle formazioni artistiche più antiche ancora in attività.
Il tour negli Stati Uniti vuole non solo presentare uno degli spettacoli più significativi della Compagnia ma anche implementare la conoscenza di una tradizione teatrale che è stata, ed è ancora oggi, espressione della cultura italiana e dell’evoluzione storica e sociale del nostro paese. Una tradizione che si è sviluppata di pari passo con la storia d’Italia degli ultimi duecento anni e che unisce la componente teatrale a quella artigianale, le cui tecniche specifiche sono ancora oggi usate nei nostri laboratori (scultura, falegnameria, sartoria, scenografia, parruccheria etc.) per gli allestimenti dei nuovi spettacoli e sono esse stesse un patrimonio di Cultura Immateriale.

Perché “La bella addormentata nel bosco”? Per voglia di fiabe, quelle dei libri e quelle che stanno dentro ciascuno di noi, là dove il tempo e lo spazio non esistono più, dove il Male e il Bene sono determinati e circoscritti, non fluttuanti ed imperscrutabili come nella vita reale. E dove ciò che trionfa sempre è soltanto l’armonia. Anche per voglia di celebrare visivamente un genere letterario nato per adulti e, poi, ingiustamente passato, nel tempo, al mondo dell’infanzia per un erroneo ed abusato convincimento che confonde il gusto del “narrare” con l’immaginifico del “narrato”.

La scelta di questo titolo testimonia una delle caratteristiche più significative degli spettacoli della Compagnia, quella di essere rivolti a tutte le tipologie di pubblico, dai giovani agli adulti e agli anziani. Nello stesso tempo si vuole dimostrare come nel repertorio della nostra Compagnia possano convivere spettacoli allestiti nell’Ottocento e  testi messi in scena negli ultimi anni (come “La bella addormentata nel bosco”), tutti con la stessa dignità e la stessa capacità comunicativa ed espressiva."