Dal 2000 la Grupporiani pubblica la rivista Boccascena, spunti e materiali per teatro di figura: suggestioni estetiche, considerazioni filosofiche, verifiche filologiche, tutto ciò che unisce un’antica tradizione alla realtà artistica contemporanea.

 
Anche nel campo dell’editoria per il teatro delle marionette, compare finalmente una rivista completamente “digitale”.  Il nostro “Boccascena”, che dal 1999 è la voce ufficiale dell’attività dell’Associazione Grupporiani e della Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli, si adatta alle nuove tecnologie ed assume una veste completamente “virtuale”.
La scelta di passare a questa nuova veste editoriale per una rivista con ormai 19 numeri alle spalle, ben lungi dall’essere solo un’operazione al risparmio sulla stampa “cartacea”, è motivata da una serie di considerazioni che sono maturate negli anni. La  più importante riguarda lo scopo primario di questa pubblicazione, ovvero quello di promuovere la conoscenza del nostro modo di intendere il teatro delle marionette nonché di evidenziare come il pubblico, i critici e gli esperti del settore accolgono e considerano i nostri spettacoli. Tutto ciò non può avvenire se non attraverso una distribuzione a largo raggio della rivista, in modo che essa possa raggiungere il più vasto pubblico di lettori possibile. La pubblicazione cartacea ha in questo due dei suoi limiti: non solo il costo della spedizione ma anche, nel caso di invio a livello internazionale, i tempi e la certezza della consegna.
 
La pubblicazione digitale permette l’invio in tempo reale della rivista stessa praticamente in tutto il mondo, con la certezza del ricevimento. La diffusione, inoltre, dei lettori digitali, fa sì che non si sia costretti a leggere la rivista esclusivamente su computer, ma essa può essere caricata e letta comodamente con un normale E-book reader.